L'ORATORIO DI SANT'ANTONIO DA PADOVA (SEC. XVII)


Nel 1599 l’Oratorio, ubicato “extra portam Fortunaghi in via pubblica”, è dedicato a San Rocco. Nel 1617 si celebrano gli uffizi liturgici in una da poco restaurata cappella dedicata a San Carlo. Nel 1653 il vescovo di Piacenza visita per la prima volta “l’Oratorium S.ti Antonij de Padua, in burgo dicti loci [Fortunaghi]”.

L’oratorio, costruito attorno alla metà del XVII secolo, deve la sua attuale fisionomia a due principali fasi ricostruttive: nell’ultimo quarto del Seicento venne aggiunta la cappella laterale, mentre nel XX secolo vennero costruiti il coro semicircolare e l’attuale sacrestia.